Il PalaGeorge di Brescia ha ospitato le qualificazioni dei campionati italiani Under 18, sempre nel rispetto delle regole anti Covid e con uno sguardo al futuro.
Ottima l’organizzazione del Comitato Regionale, con la regia di Cinzia Cavazzuti e Andrea Sozzi e del gruppo di lavoro che si è insediato da qualche mese per il secondo mandato.
Kodokan Judo Bergamo aveva due atleti ai nastri di partenza, Julia Farina che ha combattuto a 52 kg e Alex Terzi, inserito a 66 kg.
Quest’ultimo è incappato in una giornata storta, chiudendo con un solo incontro all’attivo, perso per mano del varesino Simone Dalligna che a sua volta è stato fermato da Andrea Binda (Circolo GDF Como), impedendo il ripescaggio di Terzi.
Meglio è andata a Julia Farina che ha chiuso con uno score di due incontri vinti e uno perso e un bronzo che vale la qualificazione. Nonostante la falsa partenza, in cui Jane Cosico (Rozzano) passa il turno grazie ad uno strangolamento, Julia si riprende con Sabrina Nicoletti (Judo Carugate) vincendo per ippon di o soto gari gaeshi e si ripete nella finale per il bronzo con Sakamoto Marin (KDK Cremona), in un incontro ben combattuto da entrambe e il cui epilogo, al Golden Score, scaturisce da un attacco vincente di harai goshi.
Per Julia si tratta della seconda partecipazione ai campionati italiani: la prima volta due anni fa in Under 15 e a 48 kg fece un’sperienza, che crediamo riuscirà a sfruttare in questa occasione. L’appuntamento con le finali nazionali femminili è previsto per il 24 ottobre al PalaPellicone di Ostia.